Ha'penny Bridge sul fiume Liffey, a Dublino. Hotel a Dublino - Marriott.

Dublino è la capitale dell'Irlanda oltre che la città più popolosa e grande per estensione dell'intera isola. Nell'immaginario collettivo, la città viene associata allo scrittore James Joyce, a cui ha dato i natali. Molte delle opere più importanti di Joyce sono ambientate proprio a Dublino.

Hotel Dublino

Dublin, IE
Date
dd/MM/yy
dd/MM/yy
Date specifiche Date flessibili
Per quante notti vorreste soggiornare? Rimuovere Notti
1
1 Aggiungere Notti
Ripristinare i campi
Eseguito

Scoprire più hotel

Visualizzazione 1-5 di 5 hotels
1-5 Sackville Place Dublin, Irlanda DO1 TY75
 dalla destinazione
a College Green, Westmoreland Street Dublin, Irlanda D02 HR67
 dalla destinazione
27 St. Stephen's Green Dublin, Irlanda
 dalla destinazione
1 Mill Street, The Liberties Dublin, Irlanda D08 XK58
 dalla destinazione
Powerscourt Estate Enniskerry, County Wicklow, Irlanda A98 DR12
 dalla destinazione

Dublin

Il nome Dublino deriva dalla voce "dubh linn" che in una traduzione letterale significa "stagno nero". Il riferimento è quindi all'acqua che, effettivamente, in città abbonda tra i numerosi fiumi e canali costruiti in epoca georgiana per favorire i trasporti commerciali.
Ancora oggi, passeggiando per le vie di Dublino, vi renderete conto di quanto proprio la vista del Grand Canal a Waterways o dei ponti e ponticelli che attraversano il fiume Liffey e che si scorgono dal vecchio O’Connell Bridge siano tra le vedute maggiormente caratteristiche.
La città irlandese, oltre ad aver visto nascere alcuni tra gli scrittori di maggior fama mondiale, come Joyce e Oscar Wilde, rappresenta oggi anche uno dei centri mondiali della musica, grazie in particolare agli U2. Passeggiando per le sue strade si respira un’atmosfera vivace, si chiacchiera con la giovane popolazione, si ascolta musica praticamente ovunque. I parchi raffinati e ordinati, risalenti al Settecento e all'Ottocento, insieme a numerosi edifici dell’epoca, le conferiscono un’aria sofisticata e al tempo stesso accogliente. Magnifiche le case georgiane che si ammirano passeggiando in Merrion Square, dalle caratteristiche porte d’ingresso con massicci battenti d’ottone: risalgono al XVIII secolo, quando gli irlandesi benestanti, non volendo sembrare da meno dei vicini inglesi, trasformarono la città in una delle più raffinate capitali europee.